Il nostro Blog

Ambiente Sicuro 37 - Monopattino contro Auto: chi paga?

gori fa 50

Gori Fa 50!

Gori Ecofficina compie 50 anni di attività questo Settembre. Un traguardo importante che vorremo festeggiare con tutti i nostri clienti, ma come fare per le norme di distanziamento sociale? Abbiamo trasformato una difficoltà in opportunità e abbiamo trovato un modo per farvi comunque partecipare ai nostri festeggiamenti. Scopri quale.



Dopo aver deviato leggermente il discorso nell'ultimo Ambiente Sicuro, dove abbiamo parlato dei difficili rapporti tra ciclisti e codice della strada, torniamo ad occuparci ancora una volta di monopattini elettrici, un argomento sempre caldo e che non sembra voler perdere importanza nonostante il periodo in cui stiamo vivendo. Nel corso del mese di Ottobre abbiamo parlato di questi mezzi sia in termini tecnici, vedendo come funzionano e come farli sopravvivere all'inverno, che in termini di sicurezza stradale, parlando di consapevolezza e del perché vengono spesso usati a sproposito.

Oggi ci colleghiamo ancora una volta a questi due ultimi articoli, tornando a parlare di monopattini elettrici e sicurezza stradale e vedendo cosa può succedere nella peggiore delle ipotesi, ovvero quando avviene un incidente tra questi mezzi e una o più auto. Non ci occuperemo, tuttavia, di trattare questo argomento da un punto di vista medico-fisico (ci sono ancora molti studi in merito), quanto da quello burocratico. In pratica, chi paga in caso di incidente stradale? Prima di iniziare, però, ti ricordo che ogni venerdì escono i nostri articoli dedicati all'ambiente e alla mobilità sostenibile e che per restare aggiornato ti puoi iscrivere alla nostra newsletter. Bastano due veloci clic ed è completamente gratuita!


ambiente sicuro 37 incidente tra monopattino e auto 1

L'importanza di sapere chi paga

Chiedere chi paga in caso di incidente tra monopattino elettrico ed auto non è certo una domanda faziosa ed è inevitabile per 2 ragioni. Prima di tutto bisogna considerare che gli stessi quotidiani urbani stanno sottolineando l'aumento dei sinistri in modo proporzionale alla crescita della diffusione di questi nuovi dispositivi di mobilità sostenibile. E' una situazione tutt'altro che improbabile ed è utile farsi trovare pronti nel caso questa si verifichi, anche perché, e qui arriviamo alla 2° ragione, ci sono ancora molte incertezze dal punto di vista assicurativo.

Vediamo più nel dettaglio quest'ultima affermazione. I monopattini elettrici sono, per legge, equiparati alle biciclette e di conseguenze non vige l'obbligo di assicurazione che è invece presente per quanto riguarda l'auto. Questa, di base, copre il proprietario in caso di risarcimento personale dei danni nel caso di collisione con un altro veicolo, ma questo non avviene se l'incidente coinvolge un monopattino, poiché, salvo rari casi, l'evenienza non è prevista nei contratti sottoscritti!


ambiente sicuro 37 incidente tra monopattino e auto 2

I tre casi

Nel caso l'incidente in questione sia stato causato da chi portava il monopattino elettrico, possiamo identificare 3 casi:

  1. - Incidente tra monopattino senza assicurazione e auto. In questo caso è il conducente del monopattino a dover risarcire di tasca propria sia i danni all'auto che le eventuali lesioni fisiche provocate. Va ricordato che la guida del monopattino elettrico è possibile da dopo i 14 anni di età e quindi, se a provocare il sinistro è un minorenne, spetterà ai genitori provvedere al risarcimento.
  2. - Incidente tra monopattino con assicurazione e auto. In realtà, anche se non è obbligatoria, non sono pochi i genitori che, all'acquisto di un monopattino elettrico, decidono di sottoscrivere una RC auto familiare che comprenda anche questo mezzo. In tal caso a pagare i danni è ovviamente l'assicurazione, per quanto bisogna fare attenzione che questi non superino il massimale indicato. Se lo fanno, la differenza deve essere coperta dal conducente del monopattino.
  3. - Incidente tra monopattino che scappa e auto. Purtroppo questa è un'evenienza tutt'altro che rara (considerando la facilità di fuga, l'incoscienza dei giovani guidatori ed il possibile spavento derivato dal sinistro) ed attualmente rappresenta una grossa falla nel sistema della sicurezza stradale relativa a questi mezzi. Senza testimoni e senza telecamere non si può risalire all'identità del conducente del monopattino. Ne segue che non spetta alcun risarcimento al proprietario del veicolo che solo in presenza di una polizza Kasko potrà probabilmente recuperare parte dei costi sostenuti.


ambiente sicuro 37 impatto monopattino su auto

Alcune osservazioni conclusive

Non lo abbiamo specificato in precedenza, ma, ovviamente, se è l'automobilista ad aver provocato l'incidente, sarà la sua compagnia assicurativa che pagherà i danni al conducente del monopattino. Il massimale previsto è di 1,22 milioni a cui se ne aggiungono altri 6,07 in caso di lesioni fisiche. La posizione dell'automobilista può però velocemente peggiorare se la vittima dell'incidente decide di denunciarlo per il reato di lesioni stradali e, se di mezzo ci sono lesioni gravi o addirittura la morte, potrebbero scattare le procedure d'ufficio per il reato di omicidio e lesioni stradali. In quest'ultimo caso l'automobilista non potrà temporaneamente mettersi al volante per via della sospensione della patente per 5 anni in via preventiva.

A oggi appare evidente l'urgenza di trovare una linea condivisa di legge tra mobilità classica e mobilità dolce. Un incidente tra un utente debole della strada ed un auto può avere conseguenze gravissime, sia economiche che di salute e questo vale anche e soprattutto per chi usa i monopattini elettrici (basta vedere il fotogramma sopra questo paragrafo per capire i rischi che si corrono). Attualmente ci sono molte iniziative e proposte di legge per l'estensione dell'obbligatorietà dell'assicurazione anche per biciclette e monopattini, ma, ad oggi, non è stato raggiunto un vero e proprio accordo tra le parti. Speriamo tutti che presto venga fatta chiarezza burocratica sull'uso del monopattino elettrico e del resto della micromobilità.

Ti ricordiamo che Gori Ecofficina è anche EcoMotion, negozio/officina dedicato alla mobilità sostenibile a 360°. Vienici a trovare o prenota una visita di controllo sul tuo mezzo!


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine