Il nostro Blog

Ambiente Sicuro 55 - 5 consigli (+1) per una guida più sostenibile

Ieri per te che leggi, ma oggi per io che scrivo l'articolo, era il 22 aprile, la Giornata della Terra (o Earth Day se preferisci l'inglese), ovvero il giorno scelto da 193 paesi del mondo per celebrare l'ambiente e la salvaguardia del pianeta Terra. La Giornata della Terra venne sancita il 4 ottobre 1979 ed inizialmente doveva essere festeggiata il primo giorno di primavera, il 21 marzo 1970, ma venne immediatamente spostata al 22 aprile 1970 per celebrare la manifestazione a difesa del pianeta ad opera di 20 milioni di cittadini americani. Il principio su cui si basa questa giornata è che tutti, a prescindere dall'etnia, dal sesso, da quanto guadagnino o in che parte del mondo vivano, hanno il diritto etico ad un ambiente sano, equilibrato e sostenibile.

In occasione della Giornata della Terra vengono quindi organizzati eventi ed attività e non volendo noi di Gori Ecofficina essere da meno, abbiamo deciso di interrompere momentaneamente la programmazione prevista degli articoli Ambiente Sicuro per fare, nel nostro piccolo, la nostra parte. Nell'articolo di oggi forniremo quindi 5 consigli pratici (+1) per cercare di essere più consapevoli quando ci mettiamo alla guida dei nostri veicoli, in un'ottica di sostenibilità a 360°. Prima di iniziare, però, ti ricordo che ogni venerdì escono i nostri articoli dedicati all'ambiente e alla mobilità sostenibile e che per restare aggiornato ti puoi iscrivere alla nostra newsletter. Bastano due veloci clic ed è completamente gratuita!


ambiente sicuro 55 fumo di scarico

1 - Conoscere la propria auto

Il primo consiglio può apparire scontato, ma le strade sono piene di automobilisti che salgono a bordo della propria auto e, a conti fatti, non sanno niente di esse. La consapevolezza necessaria per una buona mobilità sostenibile parte dalla conoscenza. Per esempio, una cosa che molte persone non sanno è che è possibile determinare la quantità di emissioni CO2 prodotte dalla propria auto in un anno. Ovviamente non ci riferiamo al calcolo completo di cui parlavamo nell'Ambiente Sicuro 52, ma a quelle delle emissioni prodotte nell'utilizzo del veicolo. Per fare questa operazione ci basta tener conto dei chilometri percorsi da moltiplicare poi per il valore di emissioni g/Km Co2 indicato sul libretto di circolazione. Se per esempio questo è di 100g e noi abbiamo percorso 10.000 km, vorrà dire che in un anno abbiamo immesso 1.000 kg di anidride carbonica nell'aria.

2 - Eseguire una manutenzione periodica

Che cosa c'entra la manutenzione di un'auto con le sue emissioni? In realtà tantissimo. Prima di tutto bisogna ricordare che le emissioni sono collegate alle prestazioni quindi, per esempio, viaggiare con ruote sgonfie o con una pressione inadeguata degli pneumatici può portare ad avere un maggiore attrito sull'asfalto, abbassando così le prestazioni dell'auto ed aumentandone i consumi (e le emissioni). Questo senza contare che degli pneumatici inadeguati producono più rumore ed inquinamento acustico. Un'altra parte spesso sottovalutata è lo stato dell'olio. Questo va regolarmente cambiato e smaltito in modo corretto, magari rivolgendosi ai centri per lo smaltimento dove si può consegnare gratuitamente l'olio usato. Insomma, una manutenzione generale effettuata tramite controlli regolari e revisioni periodiche è importante per evitare di rischiare di immettere nell'ambiente sostanze nocive dovute ad una cattiva combustione o dall'usura di liquidi e componenti meccaniche.


ambiente sicuro 55 conducente arrabbiato

3 - Mantenere dei comportamenti consoni al volante

Abbiamo già sottolineato nel 2° consiglio la correlazione che esiste tra consumi ed inquinamento. L'aumento dei primi non dipende purtroppo solo dallo stato dell'auto, ma anche da altri fattori, tra cui i comportamenti tenuti dal conducente. Una guida frettolosa e nervosa aumenta inevitabilmente i consumi. Moderare la propria velocità ed evitare i sorpassi inutili ed una guida scattosa, fatta di accelerazioni repentine e brusche frenate, non permette solo di risparmiare di più, ma è anche più rispettosa dell'ambiente. Un buon metodo da tenere a mente per capire quando sforziamo troppo il veicolo è tenere d'occhio i giri del motore, tenendoli bassi e cercando di utilizzare le marce più alte appena possibile.

4 - Scegliere l'auto solo quando inevitabile

Bisogna comunque sempre ricordare che, pur tenendo a mente ogni singolo consiglio possibile, usare un veicolo inquina sempre e comunque. Tale inquinamento può essere ridotto, ma mai annullato del tutto. Per una buona mobilità sostenibile bisogna allora iniziare a riflettere bene sui propri spostamenti, andando ad usare i veicoli privati solo quando è veramente necessario. Quando inoltre ci si mette alla guida, una delle principali cause di inquinamento è il traffico. Evita, quando possibile, le ore di punta o le strade più trafficate. Se poi proprio non hai scelta e ti ritrovi in un ingorgo, spengi il motore quando l'auto è completamente ferma mentre, se la colonna si muove a passo d'uomo, cerca di avanzare in modo lento, ma costante piuttosto che fermarti e ripartire di continuo.


ambiente sicuro 55 macchina sovraccarica

5 - Usare responsabilmente gli strumenti/accessori

Le auto moderne sono indubbiamente dotate di ogni genere di comfort, ma si torna al solito discorso, bisogna ricordare che ogni accessorio o strumento presente a bordo, quando accesso, va in qualche modo ad influire sui consumi (+25% in date condizioni) e quindi sulle emissioni e sull'inquinamento ambientale. Il principale protagonista di questo ragionamento è l'impianto clima, spesso abusato sia come condizionatore che come riscaldamento. Fino ai 50-60 km/h conviene tenere i finestrini abbassati o cercare di resistere mentre, a velocità superiori, l'attrito vanifica il risparmio di carburante che si andrebbe a ricercare in questo modo. Va fatta attenzione anche ai carichi inutili perché ogni kg richiede più carburante per il proprio trasporto. Una macchina sovraccarica potrebbe aumentare i propri consumi del 40% e non è minimamente poco!

Consiglio Extra - Fare tutto mantenendo la testa sulle spalle

Fino a questo punto abbiamo elencato 5 consigli pratici attraverso cui è possibile ridurre l'impatto ambientale del proprio veicolo. Tuttavia bisogna sempre tenere a mente anche il consiglio extra: tieni sempre la testa sulle spalle. Ogni situazione ed ogni imprevisto può essere affrontato nel migliore dei modi se ci si prende il giusto tempo per analizzare il tutto e scegliere la soluzione migliore. Non sempre è possibile mantenere un comportamento impeccabile, ma la strada verso una migliore mobilità sostenibile è fatta soprattutto di consapevolezza e responsabilità. I compromessi sono e saranno inevitabili, ma lo scopo non è essere perfetti ora, quanto cercare di esserlo ogni giorno di più. Tutti e tutto fa la differenza per il nostro pianeta.

Ricordiamo che Gori Ecofficina è anche EcoMotion, negozio dedicato alla mobilità sostenibile a 360°, che cerca di promuovere questo stile di vita nella realtà locale di Grosseto. Se vuoi avere più informazioni, puoi contattarci sia tramite il sito che chiamandoci direttamente al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine