Il nostro Blog

Ambiente Sicuro 59 - Auto Elettrica: 8 curiosità

Dopo l'articolo di sette giorni fa, dedicato a come affrontare la potenziale perdita di posti di lavoro in relazione al successo delle auto elettriche, torniamo ad occuparci di un argomento tecnico-pratico, per quanto basilare e sempre collegato alla crescente popolarità della mobilità elettrica. Ancora oggi, infatti, i veicoli elettrici rappresentano un semi-mistero per molti conducenti abituati ai motori termici tradizionali. Non aiutano di certo le molte leggende metropolitane che circolano intorno a questa alimentazione, spesso senza alcun fondamento effettivo.

Nell'articolo Ambiente Sicuro di oggi andremo quindi a vedere 8 curiosità legate alle auto elettriche. Alcune di queste tematiche le abbiamo in realtà già accennate o proprio affrontate in passato (tipo qui), ma siamo dell'idea che ripetere i concetti basilari dietro il funzionamento delle auto elettriche possa aiutare a memorizzarli al meglio. Prima di iniziare, però, ti ricordo che ogni venerdì escono i nostri articoli dedicati all'ambiente e alla mobilità sostenibile e che per restare aggiornato ti puoi iscrivere alla nostra newsletter. Bastano due veloci clic ed è completamente gratuita!


ambiente sicuro 59 batteria elettrica auto

1 - La durata delle batterie

Le batterie utilizzate dalle auto elettriche sono piuttosto longeve e resistenti e più che rompersi, tendono a soffrire di un lento decadimento dovuto all'utilizzo. Per questo motivo le case automobilistiche ne garantiscono il funzionamento per 8 anni o fino ai 160.000 km, sicure di non dover fronteggiare troppe spese di sostituzione in questo lasso di tempo. La sostituzione normalmente avviene quando la batteria è al 70% della propria capacità. E' inoltre cosa risaputa che una ricarica lenta, come quella domestica, preservi più a lungo la batteria rispetto ad una ricarica ad alta intensità, come quella di alcune colonnine pubbliche.

2 - Il destino delle batterie esauste

Ma una volta esaurite, cosa succede alle batterie? Queste sono composte da materiali altamente inquinanti e hanno costi di smaltimento elevati, motivo per cui vengono spesso riciclate per altri utilizzi, tipo quello di immagazzinatori di energia solare o di alimentatori di dispositivi elettrici. Impieghi che possono essere svolti anche con capacità di accumulo ridotta. Ci si aspetta inoltre che, con l'evolversi del settore della mobilità elettrica, nascano nuove figure professionali specializzate nel recupero delle batterie esauste.

3 - Batterie e acqua

Se è risaputo che l'alta tensione (le batterie lavorano a 300-400 volt) e l'acqua non vadano molto d'accordo, è anche vero che le batterie utilizzate nei veicoli elettrici sono chiuse in involucri ermetici che le proteggono da qualsiasi tipo di contatto con l'acqua. Sono inoltre presenti numerosi circuiti di sicurezza che arrestano immediatamente la batteria in caso di malfunzionamento. Riproponiamo ancora una volta il video della Tesla Model 3 che si muove nell'acqua fino al cofano.


ambiente sicuro 59 manutenzione auto elettrica

4 - Sono necessarie precauzioni durante la ricarica?

Teoricamente no, ma nella pratica si possono tenere alcuni accorgimenti per allungare la vita della batteria, come, per esempio, mantenere la carica compresa tra il 40 e l'80% anche nei lunghi periodi in cui non si utilizza il veicolo. Va inoltre ricordato che nelle colonnine di ricarica pubbliche è spesso presente una penale/sovrapprezzo se si mantiene l'auto parcheggiata a carica ultimata (se ne parlava anche qui). Per quanto riguarda la leggenda metropolitana che è pericoloso ricaricare sotto la pioggia, questa è assolutamente falsa per via dei numerosi dispositivi di sicurezza presenti.

5 - E la manutenzione?

In realtà questo argomento si era accennato persino settimana scorsa. La manutenzione dei motori elettrici moderni è infatti estremamente ridotta visto che le chiusure in involucri a tenuta stagna evitano automaticamente il deposito di polvere e fungono da protezione. Va tuttavia segnalato che, rispetto alle auto tradizionali, è fortemente sconsigliato il fai-da-te sui motori elettrici. Non solo questi sono più complessi, ma sono anche più pericolosi viste le elevate tensioni in gioco.

6 - Che cosa viene controllato?

In realtà nelle auto elettriche viene controllato molto poco. Se escludiamo il fluido di raffreddamento, il gruppo a trazione elettrica necessita di ben pochi controlli e la trasmissione è molto meno complessa visto che mancano filtro olio e aria, non c'é alcun liquido refrigerante e non sono presenti iniettori e candele. Persino il consumo dei freni è ridotto al minimo. Per fare un esempio, quindi, la manutenzione di una Tesla prevede esclusivamente: l'inversione degli pneumatici, la sostituzione del liquido dei freni e di quello di raffreddamento della batteria. Fine.


ambiente sicuro 59 display auto elettrica

7 - Quanti km fanno le auto elettriche con un pieno?

Come si può ben immaginare, l'autonomia precisa di un'auto elettrica dipende dal modello scelto. Tuttavia, parlando in termini generali, si può tranquillamente affermare che i km percorsi sono inferiori a prescindere a quelli delle vetture termiche. In media si va da un minimo di 150 km ad un massimo di 500 km. Un buon consiglio di quando si calcola le soste durante un viaggio lungo è quello di considerare l'autonomia sempre più bassa di un 10-20% rispetto al valore indicato. Meglio essere previdenti che restare a piedi.

8 - Gli accessori influiscono sull'autonomia dell'auto elettrica?

Ovviamente si, sia che si parli dei fari che di altri accessori come l'aria condizionata o il display interno. Tutto è alimentato dall'energia immagazzinata dalle batterie. Si stanno tuttavia cercando soluzioni alternative per diversificare i vari sistemi. Per l'impianto clima, per esempio, si sta pensando alla realizzazione di una pompa di calore associata. Al momento, però, sono tutti progetti su carta che non sono ancora stati trasposti nei modelli sul mercato.

Chiudiamo l'articolo ricordando che Gori Ecofficina è anche EcoMotion, negozio dedicato alla mobilità sostenibile a 360° che cerca di promuovere questo stile di vita nella realtà locale di Grosseto. Se vuoi avere più informazioni, puoi contattarci sia tramite il sito che chiamandoci direttamente al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine