Il nostro Blog

Strada Sicura 36 - Visibilità: Domande Frequenti #2

In questi giorni le temperature sono scese davvero tanto e non è raro salire in macchina e scoprire che i vetri sono completamente appannati, se non proprio ricoperti da un sottile strato di ghiaccio. E' proprio in questi casi che non dobbiamo farci prendere dalla fretta e dobbiamo agire nel modo giusto per garantire la massima sicurezza per noi e per gli altri utenti della strada. In tal proposito nelle scorse settimane abbiamo iniziato a pubblicare numerosi articoli dedicati alla visibilità dei veicoli, da come prepararsi all'inverno a quali elementi tenere sott'occhio, passando per informazioni più specifiche come, per esempio, cosa fare se ci troviamo nella nebbia.

Proseguendo su questa linea tematica, oggi prendiamo tre domande frequenti per quanto riguarda la visibilità auto e cerchiamo di fornire delle risposte esaustive e complete, come avevamo fatto nello Strada Sicura 34. In quell'occasione ci eravamo concentrati soprattutto sui fari mentre oggi ci dedichiamo principalmente al parabrezza ed ai tergicristalli. Prima di iniziare però ti ricordo che, se non vuoi perderti neanche un articolo dedicato alla manutenzione dei veicoli e alla sicurezza stradale, puoi scriverti alla nostra newsletter. E' veloce e completamente gratuita.


strada sicura 36 parabrezza oscurato

Come trattare il parabrezza?

Partiamo proprio dalle basi, ovvero il check-up e la pulizia del parabrezza, operazioni vitali per la sicurezza alla guida nella stagione invernale (ma non solo). Il rischio, in questo caso, è che eventuali segni sul parabrezza stesso vadano a pregiudicare la visibilità, aumentare o distorcere il riflesso delle luce ed incrementare il rischio di condensa. A farlo sono soprattutto le impronte, i segni delle ventose usate dai navigatori o dai porta cellulare, la polvere e il fumo. Per pulire il parabrezza conviene evitare le spugne e gli strofinacci asciutti, poiché questi non rimuovono lo sporco, ma lo spostano. E' invece consigliato usare detergenti specifici per vetri con dei panni che non hanno lanugine.

Un'evenienza abbastanza tipica della stagione invernale, soprattutto al mattino e la notte, è che il parabrezza sia ricoperto da uno strato di neve e/o ghiaccio. Queste formazioni possono essere evitate (o rese più facili da rimuovere) usando in anticipo un trattamento antipioggia, ma, in ogni caso, le azioni sconsigliate sono quelle che spesse vengono spacciate come saggezza popolare, ovvero: usare acqua calda o spargere del sale. Tali operazioni rischiano di danneggiare i cristalli come se si usassero degli oggetti appuntiti. La prassi corretta è quella di usare spazzole, pale o raschietti pensati per questa funzione o versare sul ghiaccio un prodotto specifico creato per scioglierlo senza danneggiare il vetro sottostante. Se le temperature esterne sono rigide è inoltre fortemente sconsigliato l'uso dell'aria calda direttamente sui cristalli poiché l'escursione termica potrebbe andare ad incrementare eventuali scheggiature, trasformandole in crepe irreparabili.


strada sicura 36 misura spazzole tergicristallo

Come capisco lo stato dei tergicristalli?

I tergicristalli sono i principali alleati di un conducente per avere una buona visibilità, ma, se usurati, rischiano di danneggiare il parabrezza e compromettere quell'elemento che dovrebbero difendere. Verificarne costantemente lo stato è fondamentale ed è consigliato sostituirli almeno una volta all'anno, di solito in concomitanza dell'avvicinarsi della stagione invernale. Un consiglio che avevamo già dato in un precedente Strada Sicura, ma che ripetiamo anche qui per comodità è quello di lasciare le spazzole sollevate durante le ore notturne se si parcheggia all'aperto in zone particolarmente fredde. In questo modo eviteremo che i tergicristalli si congelino e si attacchino al parabrezza.

Fatta questa premessa, la risposta alla domanda iniziale è più semplice di quanto si potrebbe pensare. I tergicristalli sono usurati soprattutto dai raggi UV del sole (essendo fatti di gomma), ma anche dall'acidità della pioggia e lo stesso smog possono contribuire. Per capire se sono da sostituire o meno, basta usarli una volta. Se il parabrezza o il lunotto posteriore non vengono puliti a dovere o restano segnati, allora è tempo di passare alla sostituzione. Ovviamente se non ci sono state precipitazioni, possiamo provvedere noi stessi a bagnare i cristalli con l'acqua prima di eseguire la prova. Attendere di farlo con l'auto in movimento, magari in una situazione di rischio in cui abbiamo bisogno di un'ottima visibilità, potrebbe non essere la migliore delle idee.


strada sicura 36 tergicristalli alzati

Posso cambiare i tergicristalli da solo?

Si, niente te lo vieta e l'operazione non è neanche così difficile, però bisogna fare attenzione ad alcune cose, prima tra tutte: le misure delle spazzole. Queste variano in base alla tipologia d'auto e all'ampiezza dei parabrezza, senza contare che la spazzola lato guida di solito è più lunga di qualche centimetro rispetto a quella del passeggero e a quella del lunotto posteriore. Non acquistate delle spazzole a caso perché potrebbero non andare bene e il rischio fregatura è alto, soprattutto online.

Eseguito l'acquisto, si può passare all'operazione vera e propria. Per cambiare le spazzole tergicristallo bisogna alzare entrambi i braccetti, mantenendoli fermi in posizione verticale. A questo punto cerchiamo il punto in cui la spazzola si collega al braccetto e con una mano procediamo a smontare il primo mentre con l'altra si tiene fermo il secondo. Tolta la spazzola vecchia, facciamo scorrere la nuova spazzola nel braccetto e ruotiamola leggermente e delicatamente fino a quando non sentiamo uno scatto che indica che questa si è fissata nel modo corretto.

Spesso si sostituisce solo i tergicristalli anteriori e non quello posteriore, una scelta davvero pessima vista l'importanza del lunotto posteriore nella guida e in molte manovre. Per quanto riguarda il tergicristallo posteriore, non sempre questo è intercambiabile nello stesso modo di quelli anteriori (sollevare, sganciare e inserire) e potrebbe essere necessario acquistare il braccetto intero da avvitare al posto di quello vecchio. Un'operazione leggermente più complessa che consigliamo di svolgere in officina.

Hai bisogno di controllare la visibilità del tuo veicolo? Sfrutta il nostro pacchetto Crystal Clear! Puoi richiederlo sia tramite il sito che contattandoci al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine