Il nostro Blog

Strada Sicura 40 - Come funziona un'auto a GPL?

Viste la recente novità legata alle procedure per la revisione delle auto con serbatoi gpl o metano, abbiamo deciso di concentrare gli articoli Strada Sicura dei prossimi mesi proprio su questo argomento così da permetterti di conoscere meglio questa tipologia di alimentazione. D'altronde, negli ultimi anni, acquistare un'auto con impianto GPL è diventata una scelta sempre più frequente, con conseguente aumento di immatricolazioni di questa tipologia di veicoli. I motivi che portano a questa decisione sono molteplici: dal risparmio sul costo del carburante al minore impatto ambientale.

A prescindere, indagare le motivazioni ed i vantaggi di queste auto non è nell'interesse dell'articolo di oggi che si concentrerà, invece, sul funzionamento degli impianti GPL. Andremo a vedere velocemente le caratteristiche di questo gas, per poi vedere come funziona nel settore auto e a quali limitazioni/manutenzioni è soggetto. Prima di iniziare però ti ricordo che, se non vuoi perderti neanche un articolo dedicato alla manutenzione dei veicoli e alla sicurezza stradale, puoi scriverti alla nostra newsletter. E' veloce e completamente gratuita.


strada sicura 40 bombole gpl

Che cosa è il GPL?

Partiamo proprio dalla base. GPL è una sigla che, al contrario di quanto credono molte persone, non sta per gas propano liquido (il propano è l'elemento principale, ma non l'unico), ma per gas di petrolio liquefatti. I componenti di questo gas vengono infatti liquefatti mediante compressione a pressioni modeste, comprese tra 2 e 8 bar, così da ridurne l'ingombro e rendere più economico il trasporto a temperatura ambiente. Di per sé il GPL è un combustibile facilmente reperibile, dall'elevata resa energetica/calorifica, non tossico ed estremamente infiammabile.

Grazie a queste caratteristiche, il GPL è usato in tantissime applicazioni diverse, soprattutto in quelle che richiedono una piccola/media combustione come la cucina, il riscaldamento e, ovviamente, l'autotrazione individuale. Un grande dibattito ancora molto vivo riguarda la sicurezza dell'utilizzo del GPL. Questo, allo stato gassoso, ha una densità superiore a quella dell'aria e non si diffonde nell'atmosfera, ristagnandosi al suolo e nelle cavità generando situazioni di accumulo molto pericolose, non tanto per la tossicità del gas (che non esiste), quanto per il rischio di incendio ed asfissia. L'incidente ferroviario di Viareggio ha sicuramente nociuto alla popolarità in Italia di questo combustibile.


strada sicura 40 impianto gpl auto

Come funziona un impianto GPL di un'auto?

Gli impianti GPL dei veicoli sono impianti a iniezione, dotati di elettrovalvole che immettono il GPL nel collettore di aspirazione, situato sopra la valvola stessa. Prima degli iniettori, c'é un riduttore/evaporatore che ha il compito di portare il GPL dallo stato liquido a quello gassoso a bassa pressione. Tale processo ha bisogno di calore per compiersi e, di conseguenza, il riduttore/evaporatore è collegato all'impianto di raffreddamento del motore. I serbatoi degli impianti GPL, dalla caratteristica forma toroidale, sono situati nel retro dell'auto, solitamente nel vano dove risiede (o risiedeva) la ruota di scorta.

Va precisato che l'avviamento del motore avviene sempre a benzina. Sarà questo combustibile, infatti, a far sì che il liquido di raffreddamento raggiunga la temperatura necessaria all'avviamento del riduttore che, a sua volta, avvierà automaticamente l'alimentazione a gas. Da questo si può intuire che il consumo iniziale di benzina sarà maggiore in presenza di temperature fredde. Nell'abitacolo viene inoltre installato un commutatore che permette di passare da un carburante all'altro semplicemente premendo un tasto (o quando il GPL si esaurisce). Sempre su di questo è solitamente presente un indicatore del livello del GPL presente nel serbatoio.


strada sicura 40 bombola gpl auto

Limitazioni e manutenzione delle auto a GPL

Scegliere un auto a GPL porta però anche ad avere delle limitazioni. Uno dei più noti e scontati è l'estensione della rete distributiva che, nonostante si sia indubbiamente sviluppata negli ultimi anni, ancora non raggiunge la grandezza di quella dei carburanti classici. Vi sono poi delle limitazioni legati al parcheggio, valide dal 22 Novembre 2002, che stabiliscono, per esempio, che nei parcheggi pubblici questi veicoli possano essere parcheggiati solo fino al 1° piano intermedio (per motivi di sicurezza chiaramente).

Ultimo, ma non ultimo, bisogna tenere di conto i controlli periodici del serbatoio che consistono in una revisione aggiuntiva richiesta con una maggiore frequenza. Questa va a verificare molti fattori che garantiscono la completa sicurezza del veicolo e dell'impianto GPL, tipo: tenuta delle tubazioni, raccordi del carburante e stato del filtro (con eventuale sostituzione compresa). Proprio questa pratica, che prima prevedeva il passaggio obbligatorio in Motorizzazione, è quella che è stata modificata dal recente decreto.

Ricordiamo infine che Gori Ecofficina è un centro autorizzato per effettuare la revisione di serbatoi gpl e metano, sia in acciaio che compositi. Se hai bisogno di questo servizio, non esitare a contattarci per fissare un appuntamento, sia tramite il sito che chiamandoci al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine