Il nostro Blog

Strada Sicura 41 - Come funziona un'auto a metano?

Come già scritto l'ultima volta, viste le recenti novità legate alle procedure per la revisione delle auto con serbatoi gpl e metano, abbiamo deciso di dedicare gli articoli Strada Sicura di queste settimane ad indagare più nel dettaglio questa tipologia di veicoli, così da permetterti di conoscere meglio il loro funzionamento. Sette giorni fa abbiamo quindi iniziato vedendo come funziona un'auto con impianto GPL mentre oggi ci sposteremo sulla sua "sorellina," prendendo in esame un'auto con impianto a metano.

Le due tipologie di alimentazioni, infatti, vengono spesso confuse, ma piuttosto che soffermarci sulle differenze tra i due impianti, nell'articolo di oggi parleremo soprattutto dell'alimentazione a metano. Vedremo quindi che cosa è questo gas, come funziona l'apposito impianto nelle auto e come va giudicato sia dal punto di vista della sicurezza che della manutenzione. Prima di iniziare però ti ricordo che, se non vuoi perderti neanche un articolo dedicato alla manutenzione dei veicoli e alla sicurezza stradale, puoi scriverti alla nostra newsletter. E' veloce e completamente gratuita.


strada sicura 41 serbatoi auto a metano

Che cosa è il metano?

Ancora una volta partiamo dalle basi. Il metano è un idrocarburo semplice formato da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno, dalla tipica forma tetraedrica. A temperatura e pressione ambiente si presente come un gas incolore, inodore e molto infiammabile. In realtà, però, quando si parla di metano, si intende un carburante che è un gas naturale compresso a 220 bar composto da una miscela di metano e, in minima parte, da altri idrocarburi leggeri come propano, butano e altri gas.

Le applicazioni del metano non si limitano alle auto, ma sono molteplici ed è usato soprattutto nella rete gas che rifornisce le nostre case. Di base, questo carburante presenta, tra tutti i combustibili fossili, il rapporto più elevato tra energia sviluppata e quantità di anidride carbonica emessa. Questo vuol dire che che, in quanto a resa energetica, 1 kg di metano equivale a circa 1,5 litri di benzina. Le emissioni di CO2, di conseguenza, si riducono del 25% con il metano tradizionale e addirittura del 36% se si usa una miscela composta all'80% di metano e dal 20% di biometano. L'impatto ambientale è quindi molto positivo.

Per quanto riguarda il settore auto, l'impianto a metano può essere installato sia in fase di produzione che in un secondo momento. La seconda è una scelta spesso attuata da chi vuole ridurre sia le spese che l'impatto del proprio veicolo, senza comprarne uno nuovo. Tale modifica può essere applicata sia a motori a diesel che a benzina, ma tale processo è ovviamente molto costoso e risulta controproducente a livello economico per chi magari percorre brevi tratti di strada e consuma poco carburante. Questo perché, come per le auto con impianto GPL, anche quelle a metano sfruttano il carburante tradizionale all'accensione del mezzo per avviare l'impianto stesso.


strada sicura 41 impianto auto a metano

Come funziona un impianto a metano di un'auto?

In realtà esistono due tipologie diverse di impianti a metano che possono essere installati su un'auto, ovvero quello a riduttore e quello ad iniezione. La principale differenza tra questi riguarda le prestazioni del mezzo che perdono qualcosa nel classico sistema a riduttore mentre rimangono praticamente invariate in presenza dell'impianto ad iniezione. Entrambi usano serbatoi realizzati o con una spessa lastra in acciaio ad alta resistenza o in materiale composito, solitamente fibra di carbonio (bombole di tipo IV).

L'impianto a riduttore richiede un serbatoio, un riduttore ed un miscelatore. Dal serbatoio il gas passa attraverso una valvola di sicurezza e delle tubazioni in rame, che garantiscono alta pressione ed elasticità, per poi arrivare al cuore dell'impianto, il riduttore. Qui il gas subisce una brusca riduzione di pressione tramite il riscaldamento ottenuto, come nell'impianto GPL, dal liquido di raffreddamento del motore. Il gas così ridotto passa attraverso un'altra elettrovalvola di sicurezza (che è quella che esclude il metano quando si decide di procedere solo a benzina) per poi arrivare, attraverso dei condotti in gomma rinforzati, al miscelatore e al collettore di aspirazione. In questo percorso, il gas viene anche controllato e variato da una serie di componenti aggiuntivi su cui, però, non entriamo nel dettaglio in questo articolo.

L'impianto ad iniezione è invece più complesso e richiede un serbatoio, un riduttore, un dosatore, un distributore ed una centralina elettronica. Il riduttore utilizzato in questo caso è strutturalmente diverso da quello classico, ma ha la stessa funzione di base e lo stesso funzionamento. In questo caso, però, dal riduttore il metano passa attraverso il dosatore che sovrintende alla regolazione dell'alimentazione. Questo è comandato, in tutte le sue funzioni, dalla centralina elettronica che è in grado di conoscere tutti i paramenti di funzionamento del propulsore e di adeguare al meglio l'alimentazione. Infine, il gas arriva, attraverso un'ulteriore elettrovalvola di sicurezza, al distributore che invia il carburante ai condotti di aspirazione di ciascun cilindro.


strada sicura 41 bombole in composito auto a metano

Sicurezza e manutenzione delle auto a metano

Nonostante quanto affermino i detrattori di questa alimentazione, le auto a metano presentano gli stessi requisiti di sicurezza delle altre vetture e, anzi, sono sottoposte ad ulteriori test e sistemi di controllo che verificano che le apposite valvole di sicurezza si chiudano in caso di incidente e/o incendio, così da interrompere il flusso di gas o farlo fuoriuscire all'esterno piuttosto che all'interno. Gli stessi serbatoi sono progettati per resistere ad una pressione doppia rispetto a quella con cui vengono riempiti e sono installati a regola d'arte mediante l'utilizzo di componenti omologati che li mantengono saldamente in posizione.

Il risultato è che le auto a metano soffrono di meno limitazioni rispetto a quelle a GPL. Possono, per esempio, essere collocate senza problemi nei parcheggi sotterranei a qualsiasi livello. L'unica eccezione è nel trasporto su navi e traghetti, dove occorre usare le apposite aree dedicate ai veicoli a gas. I veicoli a metano inoltre ignorano i blocchi del traffico e hanno un forte sconto sul bollo auto, ma occhio che questo è certo solo per le auto monovalenti (ovvero solo a metano) mentre potrebbe non valere per le bivalenti (metano/benzina o metano/diesel), la cui regolamentazione varia da regione a regione.

Parlando invece di manutenzione, un'auto a metano consente di ridurre gli interventi di manutenzione ordinaria, ma aggiunge anche alcuni accorgimenti atti a garantire un viaggio più sicuro. Prima di tutto, la maggiore difficoltà nella fase di accensione delle vetture a metano richiede che le candele siano controllate e sostituite con una maggiore frequenza rispetto alle auto a benzina. Inoltre, è buona norma ogni tanto percorrere alcuni chilometri a benzina, al fine di mantenere efficienti le parti che lavorano solo con questa alimentazione. Infine, come per le auto a GPL, anche per quelle a metano è prevista una revisione aggiuntiva delle bombole (quella influenzata dal recente aggiornamento), la cui frequenza e modalità varia in base alla tipologia di bombola, se in acciaio o di tipo IV (ovvero realizzata con una combinazione di materiali compositi).

Ricordiamo infine che Gori Ecofficina in Grosseto è un centro autorizzato per effettuare la revisione di serbatoi gpl e metano, sia in acciaio che compositi. Se hai bisogno di questo servizio, non esitare a contattarci per fissare un appuntamento, sia tramite il sito che chiamandoci al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine