Il nostro Blog

Strada Sicura 53 - Impianto clima: cosa fare in caso di perdita

Proseguiamo la nostra serie di articoli dedicati all'impianto clima delle auto e oggi ci ricolleghiamo direttamente a quanto scritto sette giorni fa, quando parlavamo della ricarica del gas refrigerante. In quella occasione avevamo detto che questa operazione va svolta con una certa regolarità, ma potrebbe esserci necessità di farlo prima se si registra una perdita di gas all'interno dell'impianto. Proprio di questo parleremo nell'articolo Strada Sicura di oggi andando a vedere: come capire se c'é una perdita, cosa potrebbe causarla e come la si può individuare.

Si tratta questo di un argomento di cui avevamo già discusso velocemente in uno dei nostri primi articoli, ma che oggi approfondiremo meglio. Prima di iniziare, però, va detto che l'individuazione di una simile perdita non è un'operazione semplice e che, a prescindere, servirà l'intervento di personale qualificato per essere sicuri di non aggravare (o creare) eventuali danni. Ti ricordo inoltre che, se non vuoi perderti neanche un articolo dedicato alla manutenzione dei veicoli e alla sicurezza stradale, puoi scriverti alla nostra newsletter. E' veloce e completamente gratuita.


Come capire se c'é una perdita?

Come visto in passato, il climatizzatore auto funziona grazie alle proprietà chimico-fisiche di un gas inserito a pressione nel proprio circuito. Una sua dispersione nel tempo è più che naturale e per questo si consiglia di ricaricare il gas ogni 2 anni o 60.000 km (come visto settimana scorsa), tuttavia una perdita potrebbe alterare questi tempi. Come capire se c'é questa necessità? In realtà la prova da eseguire è molto semplice, come mostrato nel video qua sopra realizzato da SicurAuto.

Di base basta usare un termometro da porre davanti alle bocchette. Una volta che queste sono accese, la temperatura dell'aria con l'auto all'ombra deve essere pari a 10°C o meno perché l'impianto clima sia considerato efficace. Se così non è, non è detto che ci sia una perdita, ma sicuramente serve ricaricare il gas e controllare l'impianto. Se, a maggior ragione, questa operazione è già stata svolta da poco e non sembra aver sortito effetti, allora la presenza di una perdita (o più) all'interno dell'impianto è praticamente garantita.


strada sicura 53 struttura impianto clima

Quali potrebbero essere le cause?

Facciamo ora un passo indietro e chiediamoci: cosa può causare una perdita nell'impianto clima? In realtà ci possono essere varie risposte. Le situazioni più comuni sono quelle di piccoli incidenti che, pur non danneggiando esternamente l'auto, nell'impatto causano una piccola fessurazione nell'impianto. Altra casistica comune è quella in cui le componenti del climatizzatore vengono colpite da detriti o piccoli oggetti. Tale impatto non è detto che sia sempre percepibile sul momento e potrebbe avvenire anche in modo casuale mentre si percorre una strada o si effettua una manutenzione ordinaria. Infine, lavare ad alta pressione la zona del motore potrebbe portare a piccoli danneggiamenti dell'impianto clima e quindi a delle perdite.

Quando si verifica una delle precedenti eventualità e ce ne accorgiamo, fare un giro di controllo in officina non è una cattiva idea. In ogni caso, compreso che si ha una perdita nell'impianto clima, il passo successivo è individuarla. Nel paragrafo successivo vedremo nel dettaglio come si può eseguire questa operazione nello specifico, ma prima non fa male effettuare un ripasso dei componenti dell'impianto che potrebbero essere stati danneggiati. In ordine dal più facile al più difficile da danneggiare, questi sono: collegamenti e tubazioni, compressore, condensatore ed evaporatore, filtro essiccatore, pressostato, raccordi di servizio e valvola di espansione.


strada sicura 53 rilevatore elettronico di gas

Come individuare una perdita?

Va bene, abbiamo capito che c'é una perdita nell'impianto clima e sappiamo anche più o meno dove cercarla, ma come la si può individuare con precisione? Esistono tre tipologie diverse di tester per effettuare questa operazione, ovvero:

  • Rilevatore di gas a schiuma: è il metodo più semplice, ma, proprio per questo, con molti limiti. Si svuota l'impianto e si porta ad una pressione maggiore di quella di esercizio tramite l'azoto. A questo punto la perdita può essere o avvertita tramite il sibilo di gas che fuoriesce o spruzzando la sopraccitata schiuma sulla parte da osservare per vedere se abbiamo indovinato il punto.

  • Soluzione di contrasto e lampada UV: in pratica si inserisce un tracciante nel refrigerante tramite delle apposite pistole. Esistono varie procedure che agiscono sia a impianto vuoto che pieno, ma il concetto di fondo è che, dopo l'inserimento, il tracciante sarà poi visibile nel punto di rottura tramite l'utilizzo di una lampada UV.

  • Rilevatore elettronico di gas: la soluzione più precisa, ma anche la più complessa e costosa da effettuare. Questa consiste nell'usare un apposito strumento elettronico (come quello nella foto qua sopra) che riconosce la presenza di gas alogeni e permette di individuare anche le perdite più piccole e nascoste, quelle che non sarebbero normalmente visibili usando la schiuma o il tracciante.

Concludiamo l'articolo di oggi ricordando che da Gori Ecofficina di Grosseto è attiva una promozione sui servizi dell'impianto clima che permette di ottenere uno sconto fino al 20%! Puoi richiederla e scoprire maggiori dettagli sia sul sito che chiamandoci direttamente al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

  • Gori Officina S.r.l. Via Giordania, 16 58100 Grosseto
  • 0564 455015 - 0564 456599
  • Da Lun a Ven :
    dalle 7:30 alle 12:30
    e dalle 14:30 alle 19:00
    Sabato :
    dalle 8:00 alle ore 12:00
Go to top
Template by JoomlaShine