Il nostro Blog

ReVisioniAmo 07 - Revisioni Auto: le novità del 2021

Oggi ci prendiamo una piccola pausa dagli articoli Strada Sicura dedicati al tema della visibilità dei veicoli per tornare a parlare, dopo tanto tempo, delle revisioni ministeriali con ReVisioniAmo. Sono passati poco più di tre mesi dall'ultimo articolo di questo tipo e nell'ultimo (datato 21 Ottobre) si trattava proprio la confusione normativa e burocratica, causata dallo stato d'emergenza legato alla pandemia globale, che stava avvolgendo in modo inespugnabile questo settore. Una situazione difficile da interpretare e di cui molti si sono un po' approfittati.

Dopo un 2020 così difficile, fa piacere vedere che si prospetta un 2021 che promette un ritorno alla normalità per quanto riguarda le revisioni auto, senza più proroghe e rimandi confusi. Tuttavia pensiamo che in questa prima parte dell'anno si parlerà ancora parecchio di questo settore visto che sarà uno dei più colpiti dalla Legge di Bilancio 2021, come vedremo tra poco. Dato che nei prossimi giorni ne sentiremo dire parecchie dalle persone più disparate (e non è garantito che tutto ciò che sarà detto sia vero), crediamo sia una buona idea fare un attimo il punto sia sulla revisione in generale che sulle "novità" che saranno introdotte quest'anno. Prima di iniziare però ti ricordo che, se non vuoi perderti neanche un articolo del nostro blog, puoi scriverti alla nostra newsletter. E' veloce e completamente gratuita.


revisioniamo 07 immagine generica

Un piccolo ripasso delle informazioni base

Partiamo proprio dalle basi che più basi non si può, d'altronde è passato quasi un anno dal primo articolo di ReVisioniAmo in cui fornivamo queste informazioni. Iniziamo dall'informazione fondamentale: che cosa è la revisione? Con questo nome si indica una serie di controlli previsti dal Codice della Strada e obbligatori per tutti i veicoli a motore. I tre campi che si vanno a verificare sono: le condizioni di sicurezza, il livello di emissioni inquinanti e la rumorosità del veicolo. In termini più pratici la revisione controlla: il funzionamento dei freni, l'idoneità dell'impianto elettrico, l'usura di pneumatici e sospensioni, il funzionamento delle luci, l'integrità del telaio, lo stato dello sterzo e della convergenza e le condizioni degli equipaggiamenti omologati.

Il periodo entro cui va effettuata la revisione varia da veicolo a veicolo. Per quelli di massa pari o inferiore ai 3500 kg (una categoria che comprende auto, moto e scooter), la prima revisione va effettuata obbligatoriamente entro 4 anni dalla prima immatricolazione mentre le successive hanno un limite di 2 anni ognuna. La revisione è invece obbligatoria su base annuale per: i veicoli di massa superiore ai 3500 kg, i taxi, le auto a noleggio con conducente, gli autobus, le ambulanze ed i veicoli atipici e speciali (come, per esempio, le auto d'epoca). La revisione può essere effettuata sia recandosi in un qualunque ufficio della Motorizzazione Civile (dove dovrai sbrigare da solo tutte le pratiche burocratiche) o tramite una delle tantissima officine autorizzate dal Ministero dei Trasporti (come Gori Ecofficina).


revisioniamo 07 revisioni prezzo 2021

Le novità del 2021

Arriviamo ora alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2021. Nonostante tutti stiano parlando di "aumento" del costo della revisione, questa è in realtà una definizione falsa. Il costo della revisione (che è fisso e deciso dallo stato) non è stato "aumentato", ma è stato aggiornato su base ISTAT, ovvero è stato ricalcolato in base alla rivalutazione monetaria. Ecco perché i centri di revisione sono stati decisamente felici della notizia. Negli ultimi anni era cresciuto tutto (il costo della vita, il costo del lavoro, le tasse), tranne l'effettivo onorario per il servizio svolto. Se quindi per l'utente finale, a conti fatti, si tratta di un "aumento," per chi effettua le revisioni, questo incremento corrisponde ad un sospiro di sollievo (era 13 anni che il costo della revisione era bloccato, decisamente troppo).

A partire da fine gennaio (l'aggiornamento dovrebbe entrare in vigore il 30*), quindi, la revisione auto andrà a costare non più 66,88 euro, ma 79,02 (+9,95 euro+IVA). Un incremento tutto sommato contenuto, ma che sicuramente farà discutere (e spesso non per i giusti motivi). Va comunque detto che il governo ha anche introdotto un bonus per alleggerire l'impatto sul cliente finale di questo aggiornamento, il "Buono Veicolo Sicuro." Questo si baserà su uno stanziamento di 12 milioni di euro su 3 anni e sarà accessibile solo a circa 400.000 automobilisti (uno ogni 43). Non sono ancora state rese pubbliche le modalità con cui sarà decretato l'accesso al bonus dal Ministero dei Trasporti che, oltretutto, azzera solo "l'aumento" effettivo (i 9,95 euro) e non quello legato all'IVA.

*NdA 02/02/2021: infatti, come tristemente previsto, l'aggiornamento non è ancora stato pubblicato in gazzetta e, di conseguenza, non è ancora entrato in vigore. Appena lo sarà, provvederemo di sicuro a diffondere la notizia.


revisioniamo 07 revisioni pro-capite 2021

I dubbi del settore

Che questa variazione avrebbe fatto discutere, se lo aspettavano tutti nel momento in cui la hanno letta e, in realtà, si è già iniziato quando ancora non è entrata in vigore. A parlarne sono soprattutto gli stessi centri di revisione, tra quelli che festeggiano, quelli che sono preoccupati dell'impatto sul cliente e quelli che si chiedono se davvero, nel lungo termine, porterà un guadagno per il settore. In questo ultimo gruppo rientra che il noto sito revisioniautoblog che, in un apposito articolo (che trovi qui), si interroga sulle effettive conseguenze di queste modifiche, partendo da alcuni dati numerici precisi: il potenziale massimo di mercato (ovvero le auto immatricolate che devono sostenere la revisione nell'anno corrente) e la concentrazione delle imprese sul territorio italiano.

Da questi due grafici ne emerge un terzo che trovi in cima a questo paragrafo e che indica il numero di revisioni pro-capite. Questo è, naturalmente, inversamente proporzionale all'incremento dei centri di controllo in Italia. L'autore prende inoltre in considerazione il tempo effettivo impiegato per effettuare la revisione che ammonta a circa 30 minuti (variabili in base alla qualità del servizio) per risalire ad una plausibile fatturazione media per centro di revisione in base al ritmo di lavoro. In conclusione riesce quindi a determinare che il numero di revisioni pro-capite dell'anno attuale dovrebbe ammontare intorno alle 1555 pratiche per un fatturato di 70.000 euro che, con l'aggiornamento, salirebbe a 85.000 euro.

Sicuramente non una cifra piccola, sia chiaro, ma, allo stesso tempo, l'autore sottolinea come questo "guadagno" per i centri di revisione verrebbe prontamente azzerato nell'eventualità di un'apertura di 1800 nuovi centri di controllo. Considerando l'esponenziale crescita di queste realtà sul territorio, quanto (poco) tempo ci vorrà prima che gli effetti positivi vengano vanificati e rimangano solo quelli "negativi"? Insomma, l'aggiornamento ISTAT è una buona notizia, ma è solo un piccolo passo nella giusta direzione per questo settore e rischia di incentivare un meccanismo (l'apertura incontrollata di nuovi centri di controllo) più dannoso che altro.

In chiusura dell'articolo ti ricordiamo che se hai da effettuare la revisione del tuo veicolo, puoi prendere appuntamento sia direttamente dal sito che contattandoci telefonicamente.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine