Il nostro Blog

ReVisioniAmo 08 - Revisioni Auto: impianti a GPL/Metano

Con l'articolo di questa settimana concludiamo, per ora, la nostra serie dedicata alle auto con impianto a gas, a prescindere che si parli di GPL o metano. Nelle ultime settimane abbiamo affrontato l'argomento da molti punti di vista diversi: abbiamo visto come funzionano entrambi gli impianti, le differenze che ci sono tra di essi e, una settimana fa, la veridicità di 8 luoghi comuni decisamente diffusi.

Per completare il discorso manca però da affrontare un argomento fondamentale che abbiamo accennato più e più volte: la revisione delle auto con impianto GPL/metano. Proprio di questo ci occuperemo nell'articolo RevisioniAmo di oggi. Inizieremo vedendo come vengono inquadrati questi veicoli dal punto di vista normativo per poi parlare velocemente della revisione in sé, tra scadenze e tipi di bombole, e infine forniremo tutti i dettagli mancanti, ovvero dove farla, quanto costa e cosa si rischia a non farla. Prima di iniziare però ti ricordo che, se non vuoi perderti neanche un articolo del nostro blog, puoi scriverti alla nostra newsletter. E' veloce e completamente gratuita.


revisioniamo 08 talloncino impianto gpl/metano

Definizione e circolazione delle auto a GPL/Metano

Per definizione del Regolamento UN/ECE n.115 "un veicolo è considerato monocarburante se, dopo l'operazione di trasformazione, è concepito per funzionare in permanenza a GPL o a metano, ma può ancora avere un sistema a benzina per le situazioni di emergenza con una capacità del serbatoio della benzina non superiore a 15 litri." Viceversa, "un veicolo è considerato a bicarburante se, dopo l'operazione di trasformazione, è dotato di un impianto di stoccaggio del gas e di un impianto separato di stoccaggio della benzina, con una capacità superiore a 15 litri, ed è concepito per funzionare utilizzando un solo carburante per volta."

L'articolo 78 del Codice della Strada aggiunge che si ritiene che possa essere consentita la circolazione di un veicolo al al quale sia stato installato un impianto di alimentazione GPL/Mentano, in attesa della prescritta visita e prova per l'aggiornamento della carta di circolazione, nelle seguenti condizioni:

  1. l'impianto sia stato installato da una ditta autorizzata (con documento di dichiarazione annesso)

  2. il veicolo circoli solo ed esclusivamente con il sistema di alimentazione originario e con i serbatoi di GPL/Metano vuoti

  3. sia stata prenotata la visita e prova per l'aggiornamento della carta di circolazione (con copia dichiarante della domanda di aggiornamento).

Dopo il primo collaudo il nuovo sistema di alimentazione diventa a tutti gli effetti parte del veicolo e viene annotato sulla carta di circolazione con talloncino adesivo (vedi immagine sopra) o tra le note a pagina 3/4 nel caso di ristampa del documento. Per i veicoli bivalenti nativi non sono trascritti i dettagli dell'impianto, ma, alla voce P3 della carta di circolazione, sono annotate entrambe le alimentazioni.


revisioniamo 08 sostituzione serbatoio gpl/metano

La revisione delle auto GPL/Metano

Passando al cuore dell'articolo di oggi, come detto nelle scorse settimane, i veicoli con impianti GPL/Metano continuano ad essere soggetti alla normale revisione ministeriale con le proprie scadenze regolari, ma, in aggiunta, devono anche sottoporre gli impianti stessi a controlli visivi della loro integrità e a delle analisi aggiuntive delle emissioni, oltre che ad una manutenzione costante che verifichi che i sistemi di sicurezza presenti funzionino regolarmente. I serbatoi (bombole), inoltre, hanno una scadenza entro la quale vanno sostituiti per ragioni di sicurezza.

Per i serbatoi GPL tale scadenza è prescritta con una periodicità di 10 anni dalla data del primo collaudo dell'impianto o dell'immatricolazione del veicolo, visto che esiste una sola omologazione secondo normativa europea UN/ECE n67-01. Il discorso è invece più complesso se si parla di serbatoi di metano. Questi vengono revisionati dal GFBM (Gestione Fondo Bombole Metano) e la scadenza è di 5 anni se sono omologati secondo la normativa italiana (DGM) mentre se sono omologati secondo la normativa internazionale R110 ECE/ONU, il collaudo va fatto la prima volta dopo 4 anni e a seguire ogni 2, contestualmente alla classica revisione auto. Queste ultime bombole si dividono in 4 ulteriori tipologie che sono:

  1. Bombole in acciaio (CNG-1, tipo I)

  2. Bombole in metallo avvolte da apposita guaina in resina sulla circonferenza (CNG-2, tipo II)

  3. Bombole in metallo avvolte totalmente da apposita guaina in resina (CNG-3, tipo III)

  4. Bombole non metalliche avvolte da guaina in composito (CNG-4, tipo IV).

Il tipo di omologazione è ripotato nel cartoncino plastificato che viene consegnato dall'officina al momento dell'installazione della bombola e ogni volta che viene effettuata una revisione (di solito è collocato nel vano motore). Oltre al tipo di bombola, su di esso si trova numero e casa produttrice, quantità di metano che può contenere e data di scadenza della revisione. A prescindere che si tratti di GPL o metano, comunque, dopo la sostituzione della bombola da parte di un'officina autorizzata avviene il collaudo regolare ed il nuovo serbatoio viene riportato sulla carta di circolazione tramite talloncino adesivo (come da immagine qua sopra).


revisioniamo 08 impianto gpl/metano auto

Ulteriori dettagli sulle revisioni delle auto GPL/Metano

Concludiamo l'articolo con alcune ulteriori informazioni utili per quanto riguarda la revisione delle auto con impianti GPL/Metano. Partiamo dal "dove farla" dicendo subito che la manutenzione e sostituzione di questi impianti è spesso un'operazione delicata e va quindi svolta nei centri autorizzati appositi. Per trovare il più vicino, basta una veloce ricerca sul web, molti siti specializzati offrono proprio un'apposita mappa. Il fai-da-te è pesantemente sconsigliato visto che un solo piccolo errore può costare molto caro.

La revisione di un'auto con impianto GPL/metano costa quando una revisione normale, ma a tale prezzo va aggiunto il lavoro dell'officina per quanto riguarda smontaggio, manutenzione, consegna e tutte le altre operazioni richieste. Non esiste una cifra esatta universale, poiché questa dipende da modello dell'auto, tariffe di manodopera, numero di bombole, se si tratta di GPL o di metano e molti altri fattori, ma, di base, si va dai 200 ai 500 euro.

Cifra comunque inferiore alle sanzioni previste nel caso si venga trovati dalle Forze dell'Ordine con dei serbatoi scaduti. Si parla infatti di 594 euro di multa con annesso ritiro della carta di circolazione. Oltretutto, in caso di serbatoi di metano, non si potrà neanche fare rifornimento visto che ai rifornitori è vietato per legge di vendere metano al proprietario di un auto che presenta bombole scadute. Infine c'é un discorso di sicurezza. Una bombola scaduta difficilmente potrà garantire il giusto funzionamento dei sistemi di sicurezza previsti che evitano che possano verificarsi perdite o malfunzionamenti. E' un rischio che non vale proprio la pena correre.

Infime ricordiamo che Gori Ecofficina di Grosseto è un centro autorizzato per effettuare la revisione periodica e la manutenzione di serbatoi di gpl e metano, sia in acciaio che compositi. Se hai bisogno di questo servizio, non esitare a contattarci per fissare un appuntamento, sia tramite il sito che chiamandoci al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine